A.T.O. 3 – Rieti

CHI SIAMO

COSA SONO GLI ATO E QUANDO NASCONO

Un ATO (Ambito Territoriale Ottimale) è un territorio su cui sono organizzati servizi pubblici integrati, ad esempio quello idrico. Ogni Ambito Territoriale è gestito da un Ente di Governo d’Ambito (EGATO), una struttura dotata di personalità giuridica che organizza, affida e controlla la gestione del servizio integrato. Gli ATO sono stati istituiti a seguito della legge del 5 gennaio 1994 n° 36 “Disposizioni in materia di risorse idriche” (Legge Galli), questa legge ha riorganizzato i servizi idrici aggregando sotto un’unica gestione i servizi di captazione, adduzione, distribuzione, fognatura e depurazione in tutte le loro fasi, costituendo il cosi detto Servizio Idrico Integrato (S.I.I.). A questa legge hanno fatto seguito numerosi interventi normativi, alcuni dei quali di competenza regionale, che complessivamente costituiscono le linee guida per la corretta pianificazione delle risorse idriche. La Legge Galli è poi stata abrogata dal Decreto Legislativo del 3 aprile 2006 n° 152 o “Codice dell’Ambiente” (D.lgs. 152/2006 – sezione III – Gestione delle risorse idriche), che però ne ha mantenuto quasi totalmente i contenuti.

L’ATO3 “LAZIO CENTRALE RIETI”

Ogni regione d’Italia è suddivisa in uno o più ATO; nel Lazio la Legge Regionale del 22 gennaio 1996 n° 6 “Individuazione degli ambiti territoriali ottimali e organizzazione del servizio idrico integrato in attuazione della legge 5 gennaio 1994, n. 36” ne ha istituiti cinque, tra cui l’ATO3 “Lazio Centrale Rieti”. L’area di competenza dell’ATO3 comprende la totalità del territorio della Provincia di Rieti ed una porzione di territorio ricadente in Provincia di Roma, per un totale di 81 comuni di cui 73 appartenenti alla provincia di Rieti e 8 facenti parte della Sabina Romana. Il territorio dell’ATO ha una superficie complessiva di 2.978 kmq ed una popolazione residente di 185.921 unità.

LA CONFERENZA DEI SINDACI

L’Autorità dell’Ambito Territoriale Ottimale n. 3 – Lazio Centrale Rieti è costituita dalla Conferenza dei Sindaci di tutti i Comuni dell’A.T.O.. Alla Conferenza dei Sindaci, coordinata dalla Provincia di Rieti, sono affidate le decisioni di pianificazione, indirizzo e programmazione. Costituisce la forma

di consultazione tra gli Enti appartenenti all’A.T.O.

LA CONSULTA D’AMBITO

È un organismo consultivo di supporto della Conferenza dei Sindaci e del Presidente della Provincia di Rieti; esamina tutte le questioni inerenti il Servizio Idrico Integrato e propone al Presidente della Provincia o alla Conferenza dei Sindaci l’adozione dei provvedimenti e delle decisioni di competenze; inoltre, esprime pareri non vincolanti su questioni del S.I.I. dell’A.T.O.. È costituita dal Presidente della Provincia di Rieti, dal Sindaco del Comune capoluogo (Rieti) e dai sindaci eletti dalla Conferenza dei Sindaci.

LA STO – ATO3 RIETI

La Segreteria Tecnico Operativa (STO) dell’ATO svolge funzione informativa e di supporto tecnico a servizio di tutti gli enti locali convenzionati (Comuni ATO3), nonchè funzione di controllo generale sulla qualità del servizio idrico integrato. La STO è diretta da un Responsabile che provvede, sulla base delle risorse finanziarie assegnate, ad organizzare il funzionamento nel rispetto di quanto previsto dalla Convenzione di Cooperazione. L’organizzazione della STO prevede inoltre un Dirigente responsabile della pianificazione e controllo.

IL RUOLO DELL’ATO

Fanno parte dei compiti degli ATO:

  • La gestione unitaria all’interno del territorio di competenza del S.I.I. sulla base del criterio di efficienza ed economicità e con il vincolo di reciproco impegno;

  • Promuovere livelli e standard di qualità di consumo omogenei nell’erogazione del servizio idrico;

  • La protezione nonchè l’utilizzazione ottimale e compatibile delle risorse idriche ad uso idropotabile;

  • La salvaguardia e la riqualificazione degli acquiferi secondo gli standard e gli obiettivi della programmazione regionale e di bacino;

  • L’unitarietà del regime tariffario in funzione della qualità delle risorse e del servizio fornito;

  • La definizione e l’attuazione del programma degli investimenti per l’estensione, la razionalizzazione e la qualificazione dei servizi privilegiando le azioni finalizzate al risparmio idrico e al riutilizzo delle acque reflue.

I COMUNI DELL’ATO3

Si riporta di seguito la lista degli 81 comuni che risiedono nel territorio dell’ATO3:

Provincia di Rieti: Comune di Rieti, Accumuli, Amatrice, Antrodoco, Ascrea, Belmonte in Sabina, Borbona, Borgo Velino, Borgorose, Cantalice, Cantalupo in Sabina, Casaprota, Casperia, Castel di Tora, Castelnuovo di Farfa, Castel Sant’Angelo, Cittaducale, Cittareale, Collalto Sabino, Colle di Tora, Collegiove, Collevecchio, Colli sul Velino, Concerviano, Configni, Contigliano, Cottanello, Fara in Sabina, Fiamignano, Forano, Frasso Sabino, Greccio, Labro, Leonessa, Longone Sabino, Magliano Sabina, Marcetelli, Micigliano, Mompeo,Montasola, Montebuono, Monteleone Sabino, Montenero Sabino, Monte San Giovanni in Sabina, Montopoli di Sabina, Morro Reatino, Nespolo, Orvinio, Paganico Sabino, Pescorocchiano, Petrella Salto, Poggio Bustone, Poggio Catino, Poggio Mirteto, Poggio Moiano, Poggio Nativo, Poggio San Lorenzo, Posta, Pozzaglia in Sabina, Rivodutri, Roccantica, Roccasinibalda, Salisano, Scandriglia, Selci, Stimigliano, Tarano, Toffia, Torricella in Sabina, Torri in Sabina, Turania, Vacone, Varco Sabino.

Provincia di Roma: Comune di Monteflavio, Montelibretti, Montorio Romano, Moricone, Nerola, Palombara Sabina, Vallinfreda, Vivaro Romano.

GESTORI

La gestione del S.I.I. nell’ATO3 Rieti, costituito dall’insieme delle attività di captazione, adduzione, accumulo e distribuzione di acqua ad usi civili ed industriali, di fognatura e di depurazione delle acque reflue e di ogni altra prevista dalla normativa in materia, è oggi affidata alla società per azioni a totale capitale pubblico Acqua Pubblica Sabina SpA (APS SpA), con affidamento “in house” decretato dallo stesso ATO3 con decisione del 26 giugno 2007 n. 4. APS SpA, fondata il 15 settembre 2015, gestisce il servizio idrico dal 2016, subentrando ai precedenti gestori. Il processo di aggregazione delle utenze da parte di APS SpA porterà tale società a gestire, entro il 2019, 70 degli 81 comuni totali dell’ATO. Oltre ad APS SpA sul territorio dell’ATO3 operano due gestori salvaguardati, il Consorzio Media Sabina (CMS), che gestisce il servizio idrico di 10 degli 81 comuni dell’ATO (Casperia, Configni, Cottanello, Montasola, Montebuono, Poggio Catino, Roccantica, Selci, Torri in Sabina, Vacone) ed il comune gestore autonomo di Pozzaglia Sabina.